Chi può accedere

La manifestazione è aperta al pubblico e agli operatori del settore.

Dove

Quartiere Fieristico di Bologna

Date

Da giovedì 8
a domenica 11
settembre 2022

Contatti

Show office
BolognaFiere S.p.A.
Via Alfieri Maserati, 16 - 40128
Bologna
Tel. 0039-051.282111
Fax. 0039- 051.6374031
sanatech@bolognafiere.it

Quella della filiera agroalimentare è una delle voci portanti dell’economia nazionale. A certificarlo sono i numeri illustrati nel corso del “Forum sul Food & Beverage”, promosso da The European House-Ambrosetti. Secondo i dati illustrati a Bormio, la filiera agroalimentare è la prima per contributo al Pil nazionale con 65 miliardi di euro di valore aggiunto: genera un fatturato totale di 204,5 miliardi di euro, con un incremento del 3,8% dal 2015, mentre oltreconfine nel 2021 l’export di prodotti agroalimentari ha segnato il record storico raggiungendo la soglia dei 50,1 miliardi di euro (il 10,8% in più rispetto al 2020), permettendo alla bilancia commerciale di registrare un surplus pari a 3,3 miliardi di euro.

 

Inoltre è stato mostrato come l’intero settore abbia avuto una buona tenuta nei confronti della pandemia, contenendo le perdite rispetto a molti altri comparti. Numeri importanti, che cozzano però con l’impennata dell’inflazione di quest’ultimo periodo. La carenza di materie prime agricole è infatti un problema che va combattuto con investimenti rapidi e sostanziosi, che con ogni probabilità dovranno arrivare dal PNRR. Una sfida che l’Italia è pronta a vincere favorendo la sburocratizzazione per lo sblocco degli investimenti e dei fondi, così da aumentare la competitività del settore anche a livello internazionale, implementando le politiche di sensibilizzazione verso una corretta educazione alimentare.

 

Sempre dai numeri emersi nel corso del Forum, si può notare come il rispetto per l’ambiente sia il tema più sentito per il 70% dei cittadini nel 2021 (+22 punti percentuali rispetto al 2015). In Italia le pratiche più richieste sono la riduzione del consumo di plastica (90%) e la transizione a packaging sostenibile (89%).  Anche la trasparenza e la tracciabilità sono due concetti molto in voga, e le soluzioni tecnologiche come la Blockchain e lo Smart Label stanno andando incontro a queste crescenti esigenze, grazie a un sempre più costante tracciamento e accumulo di dati.

Inoltre l’Italia è al quarto posto nel mondo per densità di robot attivi nella produzione alimentare e le 210 startup FoodTech costituiscono il 17% del totale europeo. Tutti numeri che certificano la voglia di innovazione nel nostro paese su tutte le fasi della filiera agroalimentare.